(Caltagirone) Forse un nuovo stadio, intanto si migliora l'Agesilao Greco

Nel corso dell’incontro con la cittadinanza avvenuto a Caltagirone mercoledì 6 ottobre 2010 in Comune il Sindaco ha presentato il programma di interventi che l’Amministrazione intende realizzare per le strutture sportive del calcio in città. In Contrada Molona potrebbe sorgere un nuovo stadio ma nell’immediato sono molti i lavori da fare nel vecchio stadio, come il manto erboso e l’impianto idrico.
Interrogato dai presenti sui motivi del grande ritardo accumulato in questi anni sull’argomento, il Sindaco ha risposto che due circostanze hanno impedito lo stanziamento dei fondi necessari: l’obbligo di investire nella messa in sicurezza degli edifici scolastici dopo i noti tragici eventi accaduti a livello nazionale e le spese impreviste per pagare le cause giudiziarie perse dal Comune per gli espropri che erano stati fatti in modo irregolare negli anni Ottanta.

Lo stadio sconfitto dal tempo necessita di lavori immediati A fine mese la convenzione del project financing. Ci vuole un milione

Omar Gelsomino [fonte]

I suoi sessant’anni li dimostra eccome. Ed i segni del tempo si vedono. Il vecchio campo sportivo “Agesilao Greco” manifesta diverse lacune. Eppure è frequentato da associazioni calcistiche e di tennis.
Nonostante gli interventi necessari siano molto cospicui l’amministrazione comunale sta già provvedendo ad eseguire dei lavori di manutenzione straordinaria, curati dall’ufficio edilizia comunale per una spesa di cinquantamila euro.
“Gli interventi – ha spiegato l’assessore allo Sport Salvo Russo – sono destinati a migliorare le condizioni della struttura. Consistono nella revisione della recinzione, nella messa in sicurezza dei prospetti e dei gradini, soprattutto nella tribuna centrale, nel miglioramento dello stato del soffitto del sottopassaggio, nel livellamento del fondo campo, in particolare all’altezza delle porte, e nella realizzazione di un sistema di irrigazione con quattro punti acqua che consenta di bagnare di più e meglio il terreno di gioco”.
Quanto alla recinzione, in alcune parti è prevista la sua sostituzione, mentre in altre, come sul lato sinistro della tribuna centrale, essa sarà spostata per permettere di ricavare, al coperto, un centinaio di posti a sedere per gli spettatori ospiti. In programma anche il miglioramento delle condizioni degli spogliatoi, la realizzazione di ulteriori caditoie per un più celere smaltimento delle acque piovane sia in campo, sia sotto le tribune, la pulizia dei tombini dentro e fuori dallo stadio, il ripristino degli infissi interni e dell’originaria colorazione bianco-rossa dei sedili della tribuna centrale, la collocazione di cartelli per le uscite di sicurezza e la sostituzione, dove necessario, di vetri e rubinetti. “I lavori – ha aggiunto l’assessore Russo – dureranno poco meno di un mese e non interferiranno con lo svolgimento delle gare sportive”.
Ma l’amministrazione prospetta diverse soluzioni per risolvere il problema, oltre alla richiesta di finanziamenti alla Regione, da anni si sta cercando di affidare la realizzazione di un nuovo stadio a terzi attraverso il project financing. “Intanto – ha informato il sindaco Francesco Pignataro – l’Amministrazione lavora su più versanti per giungere a una soluzione definitiva. Tre i percorsi: la costruzione di un nuovo stadio in località Molona. A fine mese sarà firmata la convenzione con l’impresa aggiudicataria del project financing. Speriamo che ciò sia buon viatico per un’accelerazione dei tempi; degli interventi all’Agesilao Greco presentando alla Regione un progetto esecutivo per oltre un milione di euro per la realizzazione del campo in erba e il ripristino di migliori condizioni strutturali; l’affidamento, attraverso un nuovo bando, della gestione dell’impianto a un’associazione sportiva per preservare la struttura da atti vandalici e da quant’altro di distruttivo ha purtroppo riguardato l’impianto. Vogliamo così uscire dall’idea – ha concluso Pignataro – che tutto ciò che è di proprietà del Comune finisce per essere – per qualcuno che ha scarso rispetto per la cosa pubblica e che so rappresenta, per fortuna, un’esigua minoranza – proprietà di nessuno e, quindi, può essere danneggiato”.

Annunci

One thought on “(Caltagirone) Forse un nuovo stadio, intanto si migliora l'Agesilao Greco

  1. le solite scuse….gli espropri,etc..(giusta quella della sicurezza scolastica..anche se in quel periodo i fondi per altre strutture sportive non furono toccati…)la verità?Nessun interesse anzi la voglia di mantenere il tutto così….
    non ci sono altre giustificazioni….da 20 anni siamo schiavi..il tempo ci darà ragione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...