Nasce a Mineo il "Mercato degli agricoltori"

di Leone Venticinque

Domenica 12 dicembre 2010 a Mineo presso Viale Francesco Crispi (il parcheggio fuori Porta Adinolfo) dalle ore 15 alle 21 si svolgerà per la prima volta il “mercato degli agricoltori”. Le altre date previste sono il 19 dicembre, il 2 e il 6 gennaio. Se ne è parlato in occasione del convegno “Startup mercato degli agricoltori – l’importanza della Filiera come opportunità commerciale per il produttore e per il consumatore” organizzato dal Comune di Mineo nel locale Auditorium con il patrocinio della Regione Siciliana – Assessorato Agricoltura e Foreste martedì 7 dicembre 2010.
L’assessore alle attività produttive Giovanni Balba ha presentato l’iniziativa, che vedrà operare venti produttori dei quali nella prima fase dieci provengono da Caltagirone, Grammichele e Palagonia in quanto finora non è stato possibile coprire l’intera disponibilità dei posti con produttori menenini. Oltre che all’agricoltura, questa forma di mercato che mette in contatto diretto produttore e consumatore si estende anche alle attività artigianali e alla ristorazione e dall’inizio del 2011 avrà cadenza settimanale. In seguito – ha auspicato Balba – si potrà ampliare l’attività del mercato spostandolo in altri comuni dei dintorni, fino a dare una possibilità di lavoro continuativo per quattro o cinque giorni a settimana. Gli aspiranti partecipanti possono presentare domanda alla Regione tramite la sezione operativa del Comune e, qualora in possesso dei requisiti necessari, riceveranno un attestato.
Il mercato degli agricoltori, ha concluso Balba, fa parte di una serie di provvedimenti dell’Amministrazione di Mineo volti a favorire le attività produttive: negli scorsi mesi si è effettuata la riparazione di alcune strade comunali di penetrazione nelle campagne e c’è l’intenzione di ripristinare il prestito agevolato alle imprese. Tale auspicio ha ricevuto il plauso del Dott. Campisi – presente al convegno in rappresentanza dell’artigianato – visto che attualmente la Crias non sta svolgendo questo ruolo che tanta importanza ha per i piccoli imprenditori.
Riguardo alle finalità del mercato degli agricoltori, ancora Campisi ha sottolineato che quando si parla di “km zero”, filiera corta ecc. in sostanza l’obiettivo è di far arrivare sulle nostre tavole il prodotto fresco, coltivato sulle nostre terre. A sua volta il presidente Cia Francesco Costanzo ha affermato che sebbene queste iniziative non risolvano da sole i problemi dell’agricoltura, lanciano un segnale positivo e in particolare possono riabituare i consumatori a fare attenzione alla provenienza dei prodotti a favore di quelli locali. “Nei supermercati in Sicilia sono sempre più presenti frutta e verdura provenienti dall’estero, le stesse che coltiviamo qui. Si pensi che l’anno scorso, mentre dalle nostre parti si parlava di sovrapproduzione agrumicola e di conseguente crollo dei prezzi, sono arrivati nell’Isola due milioni di quintali di arance dall’estero”.
A Catania come a Caltagirone i mercati degli agricoltori hanno un grande successo, con migliaia di persone ogni domenica. I consumatori sono attratti in particolare dalla freschezza e dalla qualità, oltre che dal prezzo degli ortaggi, dell’olio, del formaggio, del miele e altri prodotti trasformati. Un simile successo pone anche le basi per estendere il raggio d’azione degli agricoltori: dai mercati di prossimità a mercati più consistenti, a livello provinciale o anche regionale.
Il Vice-Sindaco Maurizio Siragusa ha colto l’occasione del convegno per dichiarare che da parte della Regione si fanno cose discutibili verso l’agricoltura: “l’anno scorso erano state acquistate arance in Sicilia per farne succhi da mandare a Haiti, non si sa che fine abbiano fatto visto che là non sono mai arrivati”. A livello nazionale, poi, se da una parte va riconosciuta la capacità del ministro Zaia, dall’altra è un “peccato che abbia lavorato solo per difendere gli interessi del Nord in questo settore”. In conclusione Siragusa ha espresso il proprio rammarico per la scarsa presenza in sala di cittadini di Mineo e tra questi ancor meno agricoltori: “è il tipico atteggiamento dei menenini, che da sempre preferiscono stare a guardare mentre l’Amministrazione di Mineo si impegna a creare opportunità come questa”.

Annunci

One thought on “Nasce a Mineo il "Mercato degli agricoltori"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...