Un volantino anonimo sul "Natale nei Vicoli"

Il volantino è stato diffuso a Mineo nei primi giorni di dicembre 2010.

Trascrizione:

Il NATALE in mano alla TRIADE

Vi ricordate la famosa triade Moggi Giraudo Bettega… a mineo è peggio… andiamo alla voci che girano e che al 99% è la realtà dei fatti.

Assistiamo ad uno sperpero di denaro pubblico (alla faccia del cittadino vedi aumento tasse spazzatura ed acqua) pari a circa 113 mila euro, per un fantomatico “Natale nei vicoli”, senza contare altre migliaia di euro per il pagamento dello straordinario del personale compresi i vigili, la maggior parte di questo denaro è gestita dalla famosa triade locale a cui fa capo il famoso vicesindaco che è stato capace “in funzione alle voce che girano in paese provenienti dall’interno del palazzo”, di ricattare l’intera giunta comunale sindaco in primis delle proprie dimissione se quest’anno non venisse nominato il suo pupillo mantenuto come DIRETTORE ARTISTICO costo € 3.000 (a vista sottobanco non si sa) quest’ultimo nominerà tre tutors (ovviamente persone di fuori) costo € 5.000, tutti e quattro formeranno una specie di giuria che a sua volta valuterà i progetti sia dei presepi artistici che della rappresentazione sacra da ammettere o meno al concorso.

A quello che si dice in giro, si sono presentati dodici progetti per quanto riguarda i presepi artistici (ne accettavano nove per cui tre sono stati scartati), i cittadini si chiedono: perché non ammeterli tutti e dodici anziché dare 8.000 euro ad un inutile direttore artistico e suoi tutors compresi? O comunque incrementare i premi e quindi la qualità dei presepi artistici?

Poi si sono presentati pure tre progetti inerente la SUPER-PREMIATA “RAPPRESENTAZIONE SACRA” premio pari a € 10.000 qui viene il bello: il famoso direttore artistico “in funzione alle voce che girano in paese provenienti dall’interno del palazzo”, si è astenuto per motivi di conflitto d’interesse nel valutare chi ammettere o meno (ma che cavolo si astiene se i tutors li ha nominati lui) si è astenuto per salvarsi la faccia, in quanto già da mesi sapeva a chi sarebbe stata assegnata la realizzazione della rappresentazione sacra, ed è verissimo che c’è il conflitto d’interesse sia con lui che con il vicesindaco, con il primo perché hanno costituito assieme all’assegnatario un’associazione fantasma, con il secondo perché è il fratello del suo consigliere comunale, più conflitto d’interesse di questo si muore.

LA BENEDIZIONE DEL PARROCO: sempre “in funzione alle voce che girano in paese provenienti dall’interno del palazzo”, si dice e ci auguriamo che ciò non sia vero, che questa rappresentazione sacra “realizzata da un privato” si dovrebbe realizzare all’interno della chiesa S. Maria Maggiore, i cittadini si chiedono: ma attualmente la chiesa non è chiusa al culto?… Non manca l’impianto elettrico?… verrà pagato l’affitto?… o la parte che dovrebbe andare ai personaggi andrà alla parrocchia?… o al comitato per raccogliere fondi pro-Santamaria?… ma se così fosse perché non è stato presentato il progetto della rappresentazione sacra a nome della parrocchia, che è storicamente famosa nel realizzare rappresentazioni natalizie, e così l’intero premio sarebbe andato per il restauro? Perché tanto segreto intorno a questa losca iniziativa? Lei caro parroco ha informato o meglio ha chiesto parere al suo consiglio (come lo chiamate) parrocchiale…? pastorale…? confraternale…? pensiamo proprio di no!…

La TRIADE da anni in forma diversa per natale guadagna i fondi per mantenersi tutto l’anno (alla faccia dei lavoratori) tredicesima compresa e tutto esentasse (per le somme dettagliate vi rimandiamo alla prossima puntata) i cittadini si chiedano: il sindaco del sabato pomeriggio e l’assessore al ramo come fanno ad assecondare tutto questo magna magna? Vergognatevi avete rovinato un’iniziativa che con il sacrificio di tante persone era il fiore all’occhiello per mineo, non ci rimane che dirvi:

ANDATEVENE A CASA

IL COMITATO: MANDIAMOLI A LAVORARE

Annunci

4 thoughts on “Un volantino anonimo sul "Natale nei Vicoli"

  1. COME SI PUÒ…..COME SI PUÒ…..

    IL PROVERBIO NON SMENTISCE ” LE COSE A MINEO NON POSSONO DURARE ”
    UN INIZIATIVA COSÌ BELLA CHE ERA “IL NATALE NEI VICOLI” RIUSCIRE A MANDARE TUTTO IN ARIA, RIUSCIRE A SMANTELLARE TUTTO QUELLO DI BELLO CHE ERA STATO REALIZATO, LO SPIRITO D’AMICIZIA…… TUTTO FINITO IL MOTIVO? MI CHIEDO ? E PER INCAPACITÀ DELLE PERSONE O PER AMBIZIONI STUPIDI DELLE PERSONE CHE GESTICONO ATTUALMENTE IL NATALE?
    UN ALTRA DOMANDA: GLI IDEATORI DEL “NATALE NEI VICOLI” MA DOVE SONO?
    POSSOBILE CHE NESSUNO RIESCE A FAR CAPIRE QUALE ERA IL PRINCIPIO DEL NATALE CHE ERA QUELLO DI UNIRE
    TUTTI QUEI SACRIFICI CHE ABBIAMO FATTO PER CREARE QUELL’ATMOSFERA DI ALLORA, CHE FINE HANNO FATTO

    SCUSATE SE IL MIO COMMENTO E UN PÒ LUNGO.

    firmato LA RABBIA

  2. Aspetto con anzia che qualcuno abbi il coraggio di firmarlo.
    Pensare di difendere la cosa pubblica con quel volantino (non firmato appunto) è come affidare la propria causa ad una gallina da cortile. Così come non mi è mai interessato di entrare nei meriti della manifestazione in oggetto non voglio altresì entrare nelle grazie di un difensore civico che non firma ciò che scrive. Se ho bisogno mi difendo da solo e firmo ciò che scrivo.
    Il resoconto del provincialismo è racchiuso in tutta la vicenda: Camillo contro Peppone, turismo presepistico, amministratori che se la ridono, curtigghiu e chi più ne ha più ne metta.
    Una cosa è la critica alla politica un’altra è l’attacco personale. Quindi invito”l’anoninimo” a prendersi le proprie responsabilità e uscire allo scoperto.
    Nello Blangiforti

  3. Non occorre che sia firmato per essere considerato veritiero: è talmente palese l’assenza di “buon governo” a Mineo!
    Nessuno si interessa alla collettività e il peggio è che i menenini non se ne accorgono o fanno finta di niente!

  4. Fa male leggere che a Mineo ci possano ancora essere situazioni come quelle descritte nel volantino. Per ora la prendo solo come un’ipotesi; ma potrebbe anche essere un’ipotesi realistica! Io non ho mai avuto il piacere di vedere i presepi nei vicoli dal vivo, ma ne ho sentito parlare tanto e bene. Una iniziativa che porta a Mineo tante persone e che fa conoscere il nostro sempre più spopolato e impoverito paese; un’iniziativa che va mantenuta e che deve avere un ritorno positivo di immagine ed economico (per quanto modesto)per il maggior numero possibile di menenini. Speriamo che questa iniziativa non sia diventata davvero una delle tante occasioni di “valorizzazione degli interessi personali o settoriali” di qualcuno. Sarebbe una “rinascita” che nulla ha a che fare con il Natale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...